Daniele Negrini

Violino

Daniele Negrini ha intrapreso lo studio del Violino all’età di 11 anni presso il conservatorio di G. B.
Martini di Bologna nella classe del M° Riccardo Capanni diplomandosi nel 2017 con il massimo
dei voti.
Nel 2020 ha conseguito la laurea con il voto di 110 e Lode al Biennio Sperimentale di Musica da
Camera presso il Conservatorio G. B. Martini di Bologna sotto la guida del M° Mauro Valli.
Attualmente è iscritto al Master of Arts in Music Performance Instrumental presso il Conservatorio
della Svizzera Italiana nella classe del M° Massimo Quarta.
Nel corso dei suoi anni di studio ha frequentato
varie masterclass perfezionandosi con maestri tra
cui Aldo Campagnari, Cristiano Rossi,
Michelangelo Lentini, Paolo Mancini, Alessandro
di Marco, Vicente Huertas.
Ha frequentato masterclass di musica da camera
con Giulio Rovighi, Aldo Campagnari, Danusha
Waskewicz e Francesco Dillon, membri del
Quartetto Prometeo e con Tiziano Baviera, Alberto
Franchin, Sara Dambruoso, Tommaso Tesini,
membri del Quartetto Nous.
Nel 2016 ha partecipato al corso annuale di musica
da camera organizzato dall’Accademia
dell’Orchestra Mozart sotto la guida del M°
Danusha Waskiewicz, conclusasi con una tourneè
nell’ottobre del 2016.
Nel 2019 e 2020 ha seguito il corso di violino e di
quartetto d’archi tenuto dal Maestro Aldo
Campagnari presso l’accademia Malibran.
Dal 2013, insieme a Tommaso Ussardi e Matteo
Parmeggiani, è socio fondatore dell’Associazione
Senzaspine con la quale viene gestita l’omonima Orchestra Senzaspine. Nella suddetta associazione
dal 2013 al 2016 ricopre il ruolo di Segretario e dal 2016 ad oggi quello di Tesoriere. Sempre con
l’Orchestra Senzaspine partecipa ad un’intensa attività concertistica nel ruolo di solista, concertatore,
primo violino di spalla e primo violino di fila, eseguendo repertorio cameristico, lirico e sinfonico,
anche in collaborazione con importanti direttori tra cui Daniele Gatti e Luciano Acocella e solisti
come Mario Brunello, Pablo Ziegler, Sofya Gulyak, Enrico Dindo, Laura Marzadori, Anna Tifu, Jurij
Revič, John Olaf Laneri, Domenico Nordio, Paolo Grazia.
Dal 2017 collabora con l’Orchestra Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna, suonando sotto la
guida di direttori come Henrik Nánási, Gustavo Gimeno, Antonio Mendez, Hirofumi Yoshida,
Mischa Damev, Kristjan Jarvi e accompagnando solisti di fama internazionale tra cui Julian Rachlin,
Mischa Maisky, Sergej Krylov, Daniel Lozakovich, Dmitri Masleev e Sarah Chang, Stefano Bollani,
Louis Lortie.
Dal 2018 al 2019 è stato invitato dall’Orchestra Tiroler Festspiele Erl, eseguendo repertorio sinfonico
e operistico con direttori tra cui Gustav Kuhn, Paolo Carignani, Friedrich Haider, Patrick Hahn,
Beomseok Yi, Oksana Lyniv, Anja Bihlmaier.
Dal 2019 collabora nell’Orchestra da Camera di Lugano come primo violino di fila.
Nel Gennaio 2019 su invito di Bologna Festival prende parte come solista allo spettacolo “La Casa
dei Suoni” sotto la regia di Emanuele Gamba.
Nel 2019 fonda il Quartetto d’Archi Miral, nel quale suona come primo violino, assieme ai colleghi
Anna Merlini, Irene Gentilini e Jacopo Paglia.
Suona con un violino del M° liutaio Gabriele Carletti del 1992.

Daniele Negrini